Rimedi Naturali

Artrite: curarla mangiando!

Artrite: curarla mangiando!

Problema che affligge milioni di persone nel mondo, specie nei paesi dove il tasso di umidità è più elevato. L’artrite è una malattia classificata autoimmune e che in genere si manifesta con delle infiammazioni e dolori alle articolazioni, in genere mani e polsi sono le parti più sensibili e colpite.

In genere questi dolori articolari si manifestano con rossore della parte interessata, segno evidente d’infiammazione, e ovviamente con la difficoltà di movimento che a ogni volta produce dolore spesso molto forte. Si tratta comunque di un problema che molto spesso diventa invalidante e che può limitare di molto la vita quotidiana specie se in età avanzata, infatti, i dolori possono essere davvero molto forti.

Le cause comuni che provocano l’artrite

Questo problema in genere si forma a causa di un eccessivo consumo di alimenti alto-proteici, che vanno quindi a produrre eccesso di acidi urici, ammoniaca e altre sostanze nefaste e immuno-deficienti. Con la carenza di vitamine C-E e parte del gruppo B, quindi in questi casi si avrà un elevato tasso di grassi nel sangue che, di fatto, impedisce una veloce evacuazione degli acidi urici presenti nel corpo, da qui l’artrite.

>

In queste condizioni siamo di fronte a soggetti che a causa della viscosità del sangue, possono incorrere anche in problemi cardiocircolatori. Si tratta quindi di un problema metabolico che spesso associato a stress, alcol, fumo e mancanza di sole e attività fisica vanno a creare i fastidiosi problemi d’artrite.

La soluzione più naturale possibile

Come abbiamo visto l’artrite si forma per cause metaboliche, quindi in sostanza per quel che si mangia e per lo stile di vita adottato. Per risolvere il problema intanto iniziando ad alleviarne il dolore, si possono iniziare a fare dei cambi al regime alimentare, che dovrà comprendere questi cibi:

Uva, porro, ribes, cipolla, erba cipollina, aglio ursino, acetosa, radicchio specie rosso e variegato, ciliegie, limone, arance, acetosa, ananas, aglio, carote, carciofo, cavolo, cetriolo, dolcetta o valeriana, fragola, finocchio, lattuga, mela, ortica, germogli di pungitopo, patata, pera, pomodoro, rafano, radicchio rosso, ravanello.

Mangiare cibi nutrienti ricchi di vitamine e minerali ma soprattutto molto ripulenti e diuretici, doneranno sollievo in un primo tempo e una futura guarigione nel medio periodo, la salute comincia sempre a tavola.

You Might Also Like

No Comments

    Leave a Reply

    Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

    Chiudi