Rimedi Naturali

OTITE: ECCO L’ANTICHISSIMA RICETTA IN GRADO DI CURARLA

>

 

 

 

 

Le otiti e le infiammazioni all’orecchio possono causare molto dolore.

In questo post, imparerete una antichissima ricetta utilizzata per curare naturalmente questi dolori.

Ma prima di imparare la ricetta, perché non saperne di più sulle infezioni dell’orecchio?

Ci sono tre tipi di otiti dell’orecchio: otite media, otite esterna e otite interna.

L’otite media è il risultato di accumulo di liquidi.

Generalmente, si verifica dietro il timpano.

Anche se più comune nei bambini, può verificarsi a qualsiasi età e causare febbre e mal di testa.

L’otite esterna è conosciuta come “orecchio del nuotatore”, perché di solito è legata al contatto con l’acqua.

L’acqua  si “accumula” nell’orecchio e permette ai batteri di penetrare.

L’orecchio può diventare gonfio, e molto sensibile al tatto.

L’otite media interna è un’infezione dell’orecchio interno.

Molti otorinolaringoiatri non usano il termine “infezioni dell’orecchio interno”, perché l’infiammazione che parte dell’orecchio non è considerata adeguatamente otite.

Può causare problemi di udito e perdita di equilibrio.

Se si sente dolore in un orecchio, chiedere l’assistenza di un medico.

E si può integrare il trattamento con questa ricetta dalla nonna:

orecchio

 

OCCORRENTE

  • 1 calzino bianco;
  • circa 3 tazze di sale marino grosso

 

PREPARAZIONE

Riempire la calza con circa 3 tazze di sale marino grosso; chiudere la calza con un nodo.

Posizionare la metà del calzino contenente il sale in una casseruola e scaldare a fuoco basso per 5 minuti.

Girate dall’altro lato in modo da riscaldare entrambi i lati della calza.

Trascorsi i 5 minuti, togliere dal fuoco e lasciate raffreddare leggermente.

Posizionare al centro dell’orecchio infiammato e sentirete immediatamente sollievo.

La ricetta funziona perché il sale trattiene il calore, riducendo il dolore e calmando rapidamente l’infiammazione.

 

 

“Questo articolo vuole solo fornire un aiuto naturale e non sostituirsi al lavoro degli specialisti. Consultate sempre il vostro medico”.

You Might Also Like

No Comments

    Leave a Reply

    Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

    Chiudi